Archivio

Archivio Giugno 2012

Cinquanta sfumature di grigio, Fifty shades of Grey

16 Giugno 2012 2 commenti

 

Questa non è una recensione

Non ho letto questo libro e non lo leggerò, anche se al primo tentativo effettuato in Rete, ho scaricato in pochi secondi l’eBook (la prima parte, trattasi di un tomo di 552 pagine), in versione inglese, free of charge . Non chiedetemi come, grazie:-)

Bene, anzi male, malissimo. L’ennesimo bestseller straniero ha venduto più di 10 milioni di copie e si trova in vetta alle classifiche di tutto il mondo.  Sono leggermente invidiosa…   I diritti del romanzo sono stati acquistati dalla  Universal Pictures che presto ne farà un film e Selena Gomez ha già rifiutato il ruolo di protagonista… il perché lo scoprirete tra qualche paragrafo.

Scritto da E.L. James, pseudonimo di Erika Leonard, 48 anni, sposata e madre di due figli maschi, ex produttrice alla televisione inglese, appassionata della saga di Twilight,  è stata soprannominata dai suoi lettori “mommy porn”. Secondo l’autorevole Time è diventata uno dei 100 personaggi più influenti al mondo. Beh, a questo punto sono molto invidiosa!…

Fifty shades of Grey, primo volume di una trilogia, cui farà seguito Fifty shades darker e Fifty shades freed, è stato importato in Italia da Mondadori,  è in vendita a € 14.90 con lo sconto del 25% fino al 7 luglio, mentre l’eBook è disponibile in offerta speciale su Amazon a € 6.99, formato Kindle.

Il libro era nato sul web come una fan fiction (un sequel scritto dai fan) ispirata alla trilogia di Twilight. Iniziò a circolare come eBook su Kindle e iPad;  la prima a stamparlo, nel 2011, è stata l’australiana Writer’s Coffee Shop Publishing House.

L’argomento trattato in Fifty shades of Grey è il sesso, un tema  da sempre utilizzato per promuovere e vendere qualsiasi prodotto. Nelle declinazioni più inconsuete, anomale, perverse, in dettaglio e in maniera diretta… rapporti  BDSM per intenderci, fra un uomo giovane e ricco e una ragazza innamorata persa di lui.   Pare che le donne si siano divertite molto a leggerlo, preferendo il formato digitale. Pare…

Aggiungo che è rigorosamente vietato ai minori, per i contenuti fin troppo espliciti, tanto che alcune librerie americane si sono rifiutate di venderlo. Altre invece hanno organizzato workshop di educazione sessuale… mah!

I romanzi più venduti continuano a parlare di vampiri o di sesso;  da Dracula il Vampiro e Histoire d’O, è passato mezzo secolo,  siamo nel 2012 e continuano a propinarci le stesse lagne, scritte pure male, che inspiegabilmente continuano a vendere. Gli autori più furbetti, creano trilogie, al fine di assicurarsi un futuro senza preoccupazioni economiche.

Francamente non reputo divertente seguire per 552 pagine le avventure di una ragazza innamorata di un uomo che trova soddisfacente ed appagante sottometterla fino a trasformarla nella sua schiava. Un gioco pericoloso quello di Master and Slave? No, la donna firma anche un contratto, prima di sottomettersi sessualmente al suo padrone, mentalmente disturbato. 

Disciplina, manette, fruste, cinghie, lacci, bende, maschere e chissà quante altre diavolerie, un’attrezzatura che Grey il dominatore custodisce in una stanza segreta, chiamata da Anastasia la Red Room of pain (la stanza rossa del dolore, n.d.r.).  

Mi chiedo perché questi autori di bestseller da milioni di copie, anzi di trilogie,  siano sempre inglesi o americani e come mai istantaneamente vengano acquisiti, tradotti e pubblicati in Italia alla velocità della luce, dai vari Mondadori, Fazi e simili. Nel nostro Paese evidentemente c’è carenza di autori in gamba… i colleghi con cui sono in contatto nel gruppo “Scrittori Italiani“, presente in LinkedIn forse potranno smentirmi…

Ragazzi, che ne dite di cambiare genere narrativo, scrivendo di vampiri o di sesso, con un nome d’arte possibilmente straniero, che non riporti alle nostre origini, alle opere ‘pulite’ già edite e tentare il colpaccio?

Certo, non sarà facile farsi una cultura sui suddetti argomenti, ma vuoi mettere documentarsi per un mese, anche due,  per poi vendere qualche milionata di copie? Ci può scappare pure il film e con i diritti cinematografici sistemiamo due/tre generazioni. Pensiamoci su, seriamente.

Se ci tenete a leggere una vera recensione su Cinquanta sfumature di grigio, cliccate qui

La scheda libro è disponibile unitamente al primo capitolo, in visione gratuita,  sul sito dalla Mondadori.

Concludendo

Ai lettori: riflettete bene prima di spendere quasi quindici euro per 552 pagine di torture sadomaso.

Agli scrittori: riflettete bene prima di iniziare la stesura del vostro prossimo libro. Per non rischiare di vendere poche copie, cambiate genere, avete due possibilità, ormai lo sapete. Per me che scrivo favole non sarà facile adeguarmi…

© 2012 Mirella Puccio  – Tutti i diritti riservati

 

Categorie:Libri, Società