Archivio

Archivio 11 Agosto 2016

Il triangolo estivo, le stelle cadenti e i desideri

11 Agosto 2016 5 commenti

Non ho ancora visto le stelle cadenti ma ho localizzato il triangolo estivo!!!

Stanotte, proprio nel cielo di fronte al mio balcone, mentre cenavo, ho visto distintamente le stelle Vega, Deneb e Altair, che formano il famoso triangolo. Si tratta delle stelle più brillanti del cielo notturno e ognuna è la più luminosa della sua costellazione. La più brillante del gruppo è Vega, nella costellazione della Lira, il secondo vertice, è costituito da Altair, nella costellazione dell’Aquila, e il terzo in basso a sinistra da Deneb, nella costellazione del Cigno.

triangolo-estivo-2016
Vega
è la quinta stella per luminosità del cielo, una stella bianca a 25 anni luce dal Sole, Deneb è una cosiddetta “supergigante bianco-azzurra” distante 3000 anni luce, tra le stelle di prima grandezza la più lontana, Altair è una delle venti stelle più luminose del cielo, a 17 anni luce di distanza. Per chi non lo sapesse, un anno luce equivale a circa novemila miliardi e mezzo di km.

All’interno del triangolo potrebbero esserci stelle cadenti, uno spettacolo nello spettacolo, per quanto pare che il fenomeno dovrebbe verificarsi maggiormente fra l’11 e il 12 agosto, con una previsione di circa 200 meteore l’ora.  Le stelle cadenti in realtà sono uno sciame meteorico, in particolare quello delle Perseidi, causate dai resti del passaggio della cometa Swift-Tuttle. Quest’anno le Perseidi sono state visibili dal 17 luglio e lo spettacolo terminerà intorno al 24 agosto 2016.

Le stelle cadenti sono visibili fra mezzanotte e le prime ore del mattino, meglio al buio assoluto e in posizione sdraiata per spaziare con lo sguardo. Per ammirarle, basterà rivolgere lo sguardo o puntare la strumentazione verso l’area a nord-est del cielo, in direzione della costellazione di Perseo, fra Andromeda e Cassiopea (in alto) e il pentagono dell’Auriga (in basso). Ovviamente il cielo dovrà essere limpido. Se così non fosse, niente paura, saranno osservabili fino alla fine di agosto. Nel frattempo, imparate ad allenare lo sguardo nell’oscurità, vedrete che pian piano riuscirete ad individuare le stelle e le varie costellazioni.

stelle-cadenti
Sapete perché si esprime un desiderio? 

L’evento si verifica nella data in cui si celebra il martirio di San Lorenzo, arso vivo su una graticola ardente il 10 agosto del 258 d.C. Per questa coincidenza le stelle che cadono in questa magica notte, sarebbero le lacrime versate dal Santo durante il suo supplizio. Pur vagando sempre in cielo, scendono sulla Terra ogni 10 agosto, da qui trae origine la credenza popolare in base alla quale  tutti coloro che ricordano il dolore del Santo guardando le stelle cadenti, cioè le sue “lacrime”, esprimendo un desiderio possono vederlo realizzato. Un’altra storia racconta che le stelle cadenti  siano i fuochi su cui arse vivo il santo. In base a testimonianze più storiche e meno leggendarie, San Lorenzo non morì bruciato, ma decapitato, tuttavia la tradizione popolare preferisce credere alla prima versione.

E noi, anno dopo anno, continuiamo a restare col naso all’insù cercando nell’oscurità un barlume di luce che ci permetta di esprimere un desiderio…

©2016 Mirella Puccio ~Tutti i diritti riservati

Categorie:Primo piano, Società